Nella finalissima del centro sportivo La Borghesiana, il Maccabi batte 3-1 l’Albaroma e alza per il terzo anno consecutivo la Coppa MIV, ma a rendere indimenticabile la notte di Spagnoletto e compagni ci ha pensato la Lokomotiv Casilina, espugnando in rimonta il campo della Montagnola e regalando, con due turni di anticipo, alla squadra di Federico Ascoli il primo scudetto d’Elite della sua storia.
Contro l’Albaroma il Maccabi ha meritato il successo, portandosi avanti con un micidiale uno-due a ridosso della mezz’ora per merito di Bianco e Kalynych. Canepa ha riaperto i giochi una manciata di secondi prima dell’intervallo e Tommaso Maroder, in tre occasioni, ha negato il pari all’undici di Caringi, affondato definitivamente da un rigore di Nocco ad un quarto d’ora dal termine. Dal 9 al 12 giugno, in quel di Cervia (RA), il Maccabi andrà a caccia del titolo italiano AICS, conquistato nella passata stagione dal GV Conte di Bassano del Grappa, che annoverava tra le proprie file anche alcuni ex calciatori professionisti, tra cui l’attaccante Sinone Tiribocchi e il centrocampista Alessandro Budel.

Finale Coppa MIV, MACCABI – ALBAROMA 3-1

MACCABI (4-3-3): T.Maroder 7.5; Fiorentini 6.5, Tesciuba 6, Spagnoletto 6; Gioia 6.5, Nocco 6.5, E.Maroder 6.5; Bianco 7.5, Moretti 6.5, Kalynych 7. Subentrati: Gill 6, G.Pavoncello 6, Panosetti ng, Crielesi 6, Mazzeo ng. A disposizione: Di Consiglio. Allenatore: Ascoli 7

ALBAROMA (4-3-3): Casanica 5.5; Colacicco 6.5, Mininni 6, V.De Santis 6, Recchioni 6; Tarquini 5.5, S.De Santis 6.5, Lo Presti 5.5; Minutello 6, Mancini 5.5, Canepa 6.5. Subentrati: Longhi 6; Esposito 6, Fazio 5.5, Scuteri 5.5. A disposizione: Carrozzo, Bellucci, Beco, Monaco. Allenatore: Caringi 6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.