A seguito della riunione di mercoledì 15 novembre 2017 e informato dei contenuti della stessa dal presidente del settore arbitrale ASI, Americo Scatena, il giudice sportivo (Mario Dari), preso atto anche dei pareri favorevoli di tutti i presenti, ha disposto la riduzione di alcune sanzioni irrogate dopo la partita di campionato Nonsologomme Ostia – Montagnola.

In particolare, è stata riscontrata l’effettiva e concreta presa di coscienza degli errori commessi da parte di alcuni tesserati, che hanno presenziato alla riunione, senza che nessuno avesse prospettato loro la possibilità di rivisitare i provvedimenti adottati.

Tale partecipazione ha quindi evidenziato l’assunzione di responsabilità dei suddetti tesserati, che hanno fatto autocritica, cercando di chiarire l’ accaduto senza negare i fatti contestati.

È sembrata, insomma, una presa di posizione spontanea, sincera, da parte di persone che hanno a cuore il nostro movimento.

Se così non fosse, infatti, avrebbero potuto tranquillamente lasciare il Circuito, polemizzando e attaccando sia gli arbitri sia l’ Organizzazione.

Di sicuro, le riduzioni sotto indicate non possono costituire un precedente in grado di fare giurisprudenza per il prosieguo.

Questo perché, qualora dovessero verificarsi nuovi episodi deplorevoli, altre squadre potrebbero invocare la convocazione di un incontro per farvi partecipare il tesserato che fosse incappato in una pesante sanzione, con il solo scopo di ottenere uno sconto di pena.

In sostanza, se questa volta l’ assunzione di responsabilità è parsa spontanea (non si era prospettata alcuna riduzione), potrebbe non esserlo in futuro, prestandosi il precedente a pericolose strumentalizzazioni.

In ogni caso, il giudice sportivo ha voluto premiare gli squalificati che sono intervenuti ieri e soprattutto ha voluto evitare ai loro compagni e alle due società (molto collaborative, sia durante la riunione sia nelle concitate fasi finali della partita) la penalizzazione di 2 punti in classifica generale, per il principio della responsabilità oggettiva.

Restano invariate le altre penalizzazioni nella disciplina (quelle non derivanti da squalifiche di sei mesi o più), con conseguenti ripercussioni nella graduatoria generale.

Questo, ovviamente, perché i fatti verificati non possono essere misconosciuti (si sono verificati, non sono frutto di invenzioni).

Lo sconto si spiega esclusivamente con l’ assunzione di responsabilità e lo spirito di appartenenza al torneo, evidenziati dai soggetti coinvolti.

Di seguito le sanzioni riesaminate e corrette:

Squalifiche fino al 15/1/2018, ridotte al 15/12/2017 (compreso) :

Vasyl PAVLYK  (Montagnola)

Valerio GIACINTI  (Nonsologomme Ostia)

________________________

Squalifica fino al 8/5/2018, ridotta al 12/4/2018:

Ivan GRYSHCHUK  (Montagnola)

___________________________

Squalifica fino al 8/5/2018, ridotta al 29/4/2018:

Emiliano Lorenzo FABBRI  (Nonsologomme Ostia)

__________________________

Dopo un chiarimento intercorso con la terna arbitrale della partita Maccabi-Trepinilab, in merito alla stesura e alla conseguente interpretazione del referto di fine gara, il giudice sportivo ha anche ridotto, da due giornate ad una, la squalifica in campionato di Davide SCAFETTA (Trepinilab).

Accolta, infine, con il consenso di tutte le società intervenute all’ incontro di mercoledì 15 novembre, la richiesta del Nonsologomme Ostia di tesserare il sig. Andrea Massi, in qualità di allenatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *