Nonno Peo, a segno in Coppa Italia MIV, diventa il marcatore più longevo nella storia dell’Elite

Il DLF Ciampino continua a far parlare di sé.
Nonostante navighi nei bassifondi della classifica in campionato, la squadra dei ferrovieri trova sempre il modo di stupire.
È datato 11 novembre il roboante 4-0 alla corazzata Ostia8, che al Monaldo Catena ha rimediato finora la sua unica sconfitta stagionale.
Poi una serie di risultati altalenanti per De Sandoli e compagni, alle prese spesso con assenze dovute ai turni di lavoro e incappati anche in pesanti rovesci (su tutti l’8-0 in casa del Maccabi).
In campionato, a 5 turni dalla conclusione della Regular Season, il DLF occupa la terz’ultima posizione: 8 i punti racimolati, frutto di 2 vittorie, altrettanti pareggi e 11 sconfitte, con la difesa più perforata del torneo (56 reti al passivo).
Una squadra senza mezze misure quindi, capace di compiere imprese come quella ai danni dell’Ostia8, ma anche di sciogliersi come neve al sole davanti alle difficoltà.
E non è un caso, probabilmente, che il Monterotondo FC, fanalino di coda del Campionato d’Elite e squadra con l’età media più alta dell’intero Circuito (seguita dal Borgorosso), abbia festeggiato la sua prima vittoria, lunedi scorso, proprio contro i rossoblu (2-1).
Ma il Dopolavoro Ferroviario non è solo una squadra di calcio.
È prima di tutto un gruppo di amici e colleghi, che si ritrovano per stare insieme e trascorrere serate in allegria, condividendo la passione per il pallone e per la buona tavola.
Così è nata l’idea di coinvolgere nel progetto anche una ragazza, Federica Nobili, che dai primi di marzo scenderà in campo insieme agli uomini.
E per finire c’è la bella storia di Pietro Sinagoga, per tutti nonno Peo, uno dei fondatori (oltre che vice presidente) del DLF Ciampino.
Sempre presente al campo, come giocatore o nelle vesti di semplice dirigente, Sinagoga ieri si è tolto la soddisfazione di segnare a 65 anni in un Circuito Open, ovvero senza limitazioni di età (fatta eccezione per il tetto di tre under 21 in lista gara).
La partita era Iannaccone – DLF, valevole per la 1a giornata di ritorno della fase a gironi di Coppa Italia MIV, dove i ferrovieri sono ancora senza punti, nella classifica del gruppo 1.
Per la cronaca, ha vinto la squadra di casa con il risultato di 4-1, che nulla toglie però alla prodezza di Nonno Peo, autore del punto della bandiera al 17’st: “Ho giocato una ventina di minuti in tutto – racconta – sul gol, ho sfruttato un cross dalla destra di Sebastiani per intervenire da dietro e colpire con il destro, di collo pieno. Mi sono emozionato – prosegue Sinagoga – ma la cosa più bella è stata vedere la faccia di mister Maggi in panchina. Ha sfoderato un sorriso, che non aveva mai avuto nelle precedenti occasioni”.
Peccato solo si trattasse di Coppa Italia MIV e non ci fosse la ripresa video.
Una serata così avrebbe meritato di essere documentata anche attraverso le immagini.

686total visits,8visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *