I vincitori del campionato chiudono con una sconfitta indolore (1-3)

Doveva essere ed è stata una festa di sport.
Tutti ad applaudire il Mister Jef nella notte che ha ufficialmente laureato la squadra di Luciano D'Avello Campione d'Elite per la stagione 2015-2016.
La premiazione di rito si è svolta, prima della gara con l' Alba Trastevere, allo stadio Anco Marzio di Ostia. 
È stato il direttore generale dell' Elite, Mario Dari, a consegnare il trofeo per la vittoria del campionato, dopo l' ingresso in campo trionfale dei biancoviola, omaggiati anche dagli avversari di turno, sulle note della celeberrima "We are the Champions".
Poi le due squadre si sono date battaglia, in modo leale, sciorinando trame di bel gioco. 
Il primo tempo, sostanzialmente equilibrato, si è chiuso a reti inviolate.
Nella ripresa il Mister Jef ha premuto subito sull' acceleratore, dando l' impressione di potersi aggiudicare l' intera posta.
E invece sono stati gli ospiti a portarsi in vantaggio con Precetti, abile a sfruttare uno svarione della retroguardia lidense.
A stretto giro di posta è arrivato il pareggio dei padroni di casa, grazie ad un rigore trasformato da Andrea D'Avello.
Un altro rigore ha permesso a Precetti di riportare avanti l' Alba Trastevere e di realizzare la sua personale doppietta, importante anche per la corsa al titolo di capocannoniere.
A fissare il punteggio sul definitivo 1-3 ci ha pensato quindi Andrea Eusepi, in assoluto il migliore in campo, con un gran sinistro dai venti metri.
Dopo le due finali perse, in Coppa Italia e in Champions Elite, l' Alba Trastevere si è tolta almeno la soddisfazione di battere la squadra vincitrice del campionato.
Per il Mister Jef una sconfitta, appena la seconda stagionale, senza conseguenze.
Tonetto e compagni possono ora concentrarsi sulle finali nazionali ASI, in programma a Manfredonia (FG) dal 10 al 12 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *